In questo periodo il Covid-19 ha cambiato molte delle nostre abitudini e dei nostri comportamenti, compreso quello di fare sampling.

Mentre prima molti professionisti erano abituati a considerarlo una pratica marginale e associata ad attività OOH (tanto creative quanto dispersive), adesso bisogna fermarsi un attimo e ripensare bene a tutto il processo.

In primo luogo gli eventi in cui venivano distribuiti migliaia di campioni omaggio, ad oggi, non si possono più fare e non si sa quando e come potranno riprendere e come potranno essere organizzate le attività di sampling.

Come non si possono più fare le migliaia di giornate/uomo promozionali nelle isole della GDO e nelle catene specializzate.

Pertanto sia il trade marketing sia il marketing consumer devono iniziare a pensare a nuove metodologie di sampling tenendo in considerazione questa particolare condizione in cui stiamo vivendo.

Anche se la strategia rimane la stessa, la tattica e l’operatività devono essere riorganizzate tenendo in considerazione le nuove variabili esogene.

 

PUNTO DI PARTENZA & PUNTO DI ARRIVO.

Per chi, come noi della redazione di audiSample, è abituato a studiare e analizzare questo segmento di mercato il punto di partenza e il punto di arrivo sono piuttosto chiari.

 

Siamo stati tutti a casa: questo è il nostro punto di partenza (e in verità anche quello di arrivo).

Le strade erano vuote, gli eventi cancellati, i concerti rimandati, le fiere procrastinare…

Allora dimentichiamoci per un momento tutte le attività di sampling “OOH” che sono state fino ad oggi. Tutte quelle attività che avevano come obiettivo stupire, ingaggiare, emozionare… e anche di veicolare sample di prodotto.

Attività costose, anche se il budget ogni anno risultava sempre più risicato.

Attività legate spesso a variabili esterne, limitate nel tempo, nello spazio e nelle quantità.

Tutte quelle attività, potremmo chiamarle, solo da un punto di vista del sampling, “old style”.  E sono sempre loro il motivo che ha generato tanta insoddisfazione confermata dai dati dalle ricerche pubblicate dal nostro osservatorio.

La riprova dell’insoddisfazione dei clienti, solo per il sampling, è sommariamente riportata nelle immagini che seguono.

Per non offendere nessuno abbiamo nascosto i brand laddove possibile.

Un breve “reportage” di immagini, tratte dall’archivio della redazione, che di solito non vengono condivise.

Ricordiamo che la nostra osservazione è circoscritta esclusivamente all’attività di sampling.

A) Street Sampling catena del fresco, consegna brevi manu a tutti….

sampling errori

Minorenne in fuga con pack da 6 riferito all’immagine sopra!!!

street sampling

 

B) Classica attività di sampling attraverso inserimento nelle riviste.

Si ricorda che in questo caso la fornitura dei sample deve coprire l’intera tiratura a cui poi devono essere sottratti i resi che vanno al macero.

Il calcolo del costo contatto certo a consuntivo diventa piuttosto arduo.

sampling_schiacciato_crema_rivista

Dettaglio dello spiacevole inconveniente.

sampling_schiacciato_crema_rivista_dettaglio

 

C) Questo video invece non ha bisogno di ulteriori commenti.

Immagine riferita all’attività di Sampling del video Stramilano 2019

Sampling granarolo_stramilano

 

D) I cestini del Cibus pieni di sample e di leaflet difficili da “digerire”.

sampling Cibus

 

E)  Fumatore di fronte all’uscita della scuola elementare.

Questa purtroppo è una delle più spiacevoli (e ci auguriamo poco frequente) delle situazioni che si possono verificare durante le attività “vecchio stile”. Un sapiente mix di maleducazione, mancanza di buon senso e di controllo da parte sia del cliente, sia dell’agenzia incaricata.

Sigaretta su!

Sigaretta giù!

 

MA ALLORA QUAL E’ IL PUNTO DI ARRIVO, IL “NEW STYLE”?

Siamo stati tutti a casa per il lockdown, l’abbiamo scritto nel punto di partenza, e questo ha portato molte persone ad acquistare sempre di più online.

Alcuni stimano che il 75% sono nuovi consumatori che non avevano mai acquistato prima (Fonte Netcomm), e che il 50% continuerà a farlo anche dopo questo periodo di quarantena (fonte: Ricerca Havas Media 8/6/2020).

Allora perché non sfruttare l’occasione e iniziare a pensare in modo innovativo sfruttando le opportunità offerte dall’apertura del pacco che ognuno riceve a casa?

Sicuramente si eviterebbero tutte le distorsioni e le inefficienze delle attività “old style”, in parte documentate nelle immagini sopra, a fronte di innumerevoli benefici.

 

Non serve molto per poter associare il proprio brand ad una situazione “new style” come quella riportata sotto.

Basta usare il buon senso.

sampling tramite ecommerce

Sampling ecommerce Box

 

ATTENZIONE A NON FRAINTENDERE:

Le attività ribattezzate “old style” non sono da cancellare, da denigrare o da evitare.

Tutt’altro, devono essere riorganizzate e valorizzate proprio per evitare gli spiacevoli inconvenienti che tutti conoscono ma di cui nessuno vuol parlare.

“Veicolatene meno, veicolateli, meglio!” non è solo il claim di audiSample ma uno spunto per stimolare il “pensiero divergente (*)” quello che poi porta ad innovare, a migliorare, ad ottenere più risultati investendo meno risorse.

 

E-TRYVERTISING, E-SAMPLING, ASILAGE, SIMPLE SAMPLE, E-BOX CHANNEL…

Questa nuova disciplina di sampling, veicolato attraverso il box e-commerce, può sembrare semplice ma non lo è… a partire dal nome.

C’è chi la chiama e-TryVertising, e-sampling, con o senza trattino. I francesi invece la chiamano asilage, da Asile Colis, ovvero dare asilo in un collo. Noi ad esempio la chiamiamo simple sample, ribattezzata da alcune agenzie e-box channel.

Smarcata la parte legata al naming agli occhi di un neofita può sembrare piuttosto semplice; ” mi fanno vedere la lista degli e-commerce, scelgo quelli che voglio e il gioco è fatto”.

Purtroppo non così semplice. Ci spiace per i neofiti.

Le regole di questo nuovo mercato sono tante e complesse, gli aspetti operativi, legislativi, procedurali, economici, logistici ecc,  sono tutte variabili che devono essere conosciute, valutate e gestite.

Il mercato dell’e-Commerce è in fortissima crescita e solo chi ha una comprovata esperienza sa come pianificare una campagna simile, motivo per cui il nostro suggerimento è affidarsi ai pochi esperti del settore.

Anche solo per avere maggiori informazioni.

 

IN CONCLUSIONE:

Possiamo ipotizzare che il trend del sampling innovativo digitale sia un trend in costante e inarrestabile ascesa dato che segue quello del mercato dell’e-commerce.

Il vantaggio competitivo di coloro che inizieranno ad utilizzare bene questa opportunità man mano genererà effetti positivi su tutti i principali KPI’s, già solo per il fatto che li rende misurabili e che per la prima volta chi pianifica può farlo a costo contatto certo.

Le attività in cui il sampling veniva considerato un “di cui” verranno migliorate. I sample “sprecati” saranno sempre meno, e il “di cui” verrà correttamente valorizzato.

 

Veicolatene meno, Veicolateli meglio!

 

RIFERIMENTI: